sabato 22 settembre 2012

Il cambio del nickname su YouTube con Google Plus

Ok, finalmente il miracolo è avvenuto. Il tanto sospirato cambio del nickname è realtà.

Anzi, meglio ancora, ho cambiato categoria, sono passato dall'utilizzo del nickname al nome reale.

Chiariamoci: l'url del mio canale resta sempre quello (chissà, magari in futuro YouTube darà la possibilità di cambiare anche quello) sono tutti i riferimenti al mio vecchio nickname che spariscono, per essere sostituiti dal mio nome e cognome. Da ogni commento che io abbia mai lasciato su YouTube, sotto l'intestazione di ogni video, nei video correlati. Puf! Spariti! Il mio vecchio nickname non si legge più da nessuna parte, se non nell'url del canale. Qualcuno vuole cercare i miei video? Farà prima ad inserire il mio nome, piuttosto che il vecchio nick.

Tutto ciò porta una serie di vantaggi, alcuni molto evidenti, altri meno evidenti. A parte che il mio vecchio nickname era poco felice e con i suoi numerelli sapeva ormai di vecchio (e pure di patetico, nel 2012)... Il fatto è che... Era un nickname. Un nome fittizio. Io sono un autore, come tale dovrei firmarmi. Ok, ci stanno nomi d'arte, ci stanno... Ed è tipico degli scrittori usare pseudonimi, mentre molti disegnatori si firmano in maniera creativa. Però... Su YouTube... Non so perché.. Io preferisco prendermi la responsabilità di quello che faccio. Creo qualcosa? Bene, la creo a mio nome. E' bella, fa schifo? Porta il mio nome, non un nick. Sono io, non è più un personaggio. Insulto qualcuno? Ok, è responsabilità mia! Qualcuno mi insulta? Perfetto, ora dovrà insultare il mio nome e cognome e non un nickname, con tutte le conseguenze che ciò comporta.

A conti fatti questo cambiamento non può portare nulla in termini di maggiori visualizzazioni né credo possa rendere la mia attività su YouTube commercialmente più avvantaggiata. E' solo una fase più matura (e forse più professionale) della mia attività online. Quando sono partito non avevo nessuna conoscenza di immagine, spettacolo, marketing, gestione multimediale. Avevo solo una infarinatura di recitazione, non avevo certo l'esperienza di oggi. Innatamente, grazie alle mie caratteristiche di attore, avevo azzeccato alcune cose, avevo mosso alcuni passi giusti, mentre altre cose erano completamente errate. Posso fare questo paragone: se fossi stato un architetto, avrei progettato una casa con bellissime porte ma senza finestre, ampie camere da letto ma senza un bagno.

Questo perché stavo imparando tutto da solo. Pian piano ho imparato a correggere i difetti strutturali di questo canale scalcinato, sgarrupato, partito per gioco, per scherzo, senza cognizione di ciò che stavo facendo o quasi. Ben lungi dal ritenermi un esperto di marketing multimediale, posso però affermare che oggi come oggi non rifarei certi errori ingenui fatti in passato. Come scegliere un nickname come quello che avevo prima.

Comunque, penso proprio che usare il mio nome e cognome porterà un beneficio anche in termini di maggiori visualizzazioni. E' tutto ottimizzato, se uno cerca Mannes Chiarini su Google trova tutto di me: YouTube, blog, twitter, fanpage (tutto creato o ristrutturato da zero un mesetto fa in modo da chiamarmi Mannes Chiarini ovunque) dunque posso generare views e contatti anche grazie all'attività che svolgo al di fuori di YouTube.

Immaginiamo che io finisca sul giornale per aver, che ne so, salvato un micetto da una casa in fiamme... E che ci finisca con il mio nome e cognome. Beh a quel punto qualcuno potrebbe googlarli e troverebbe il mio canale di YouTube, che potrebbe poi condividere, etc.

Poniamo che io sceneggi un fumetto che non c'entra un cazzo con quello che faccio su YouTube, ma mi firmi con il mio nome e cognome anziché con il nickname peggiore della storia dei nickname. Ecco che qualcuno potrebbe cercare il mio canale dopo aver letto il fumetto (cosa che in parte è già avvenuta).
Insomma, aumentano le osmosi, le sinergie, non c'è più confusione, non mi chiamo in un modo da una parte e in un altro dall'altra, non ho 57 canali diversi con 18 nickname differenti.


No, è tutto più pulito, più ordinato. Più facile da raggiungere per chi è interessato a me e alle cose che creo. Sono Mannes Chiarini e resto Mannes Chiarini. Perché su Facebook sì e su YouTube no? Perché dobbiamo avere un nickname da una parte e un nome reale dall'altra? Non sarebbe meglio fare un tutt'uno, amalgamare il tutto per renderlo più compatto?

Questo è quello che sto facendo, penso di essere il primo o comunque uno dei primi youtubers "della vecchia guardia" e con un consistente numero di iscritti o views che effettua questo radicale cambiamento.

Penso che in futuro altri mi imiteranno, quando comprenderanno meglio i vantaggi che la cosa comporta.

Alla prossima minchiata!

lunedì 3 settembre 2012

Quando uscirà Meg Driller capitolo 3?

Eh, uscirà quando uscirà! Il capitolo 3 si presenta piuttosto corposo e anche il disegnatore ha una sua vita privata! Tranquilli che uscirà, comunque, siamo noi i primi a non vedere l'ora che esca! :D Nel frattempo io bello tranquillo e pacioccone sistemo il blog. Siccome sono un bastardo, voglio copiare dal blog di zerocalcare una cosa. Nel suo blog, appaiono solo le prime due pagine, per continuare a leggere bisogna cliccare sul link continua, che fa accedere così al singolo post. Molto interessante, però per noi credo che sia più appropriato nascondere semplicemente le altre pagine con un bottone. D'ora in poi, quindi, il blog di Meg Driller funzionerà così, vedrete le prime due pagine e dovrete cliccare sull'immagine continua per vedere le rimanenti. Questo per appesantire di meno la connessione a chi non ha una adsl. Userò un'immagine perché nel blog di zero calcare io per una settimana ho letto solo le prima due pagine di ogni post, prima di accorgermi che ci fosse il tasto continua. XD Sì, lo ammetto, forse sono un po' coglione io, ma non voglio rischiare che altri facciano lo stesso errore, quindi il fatto del continua sarà reso bello evidente grazie a un bottone come questo:
Ammetto che non sia il massimo della bellezza estetica, ma provvederà Lerri a disegnare qualcosa di più decente. Provate a cliccarci sopra per vedere che cosa succede. Hehehehe! Il nostro webcomic di Meg Driller si professionalizza sempre di più! Piano piano attirerà sempre più gente! Siamo rozzi ma belli, che vi devo dire! ^_^ E' tutto merito dei disegni di Lerri, che spaccano veramente, hanno stile e possono permettersi una forte dose di autoironia. Nessun'altro può offrirvi un fumetto così.

domenica 2 settembre 2012

Il mercato delle pulci

Ecco l'ennesimo delirio del mio cervello, ripubblicato a grande richiesta dei fans! Poi ripubblicherò anche altra roba e proseguirò i vecchi progetti. Tranquilli, tranquilli, cippenzo io.